Autore Topic: Estratto di semi di pompelmo: antimicrobico universale  (Letto 33927 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Estratto di semi di pompelmo: antimicrobico universale
« il: Settembre 09, 2010, 11:13:08 »
In primis devo postare questo avviso:
ATTENZIONE AL POMPELMO DURANTE L'ASSUNZIONE DI FARMACI


LE PROPRIETA’ TERAPAEUTICHE DEI
“SEMI DI POMPELMO”
SEMI DI POMPELMO

…per sentirsi in Paradiso
Ha un nome botanico che è tutto un programma: Citrus Paradisi. Lo deve alle eccezionali qualità del suo principio attivo nel liberare l’organismo da tanti intrusi indesiderati e agenti patogeni.

Insomma, il pompelmo ci fa star bene e ci fa sentire un po’ “in Paradiso”.
Il primo riferimento conosciuto alla pianta risale al XVII sec., quando alcuni botanici dell’isola di BARBADOS scoprirono questo albero da frutto sempreverde, alto da 4 a 25 metri, con foglie di colore verde carico, fiori bianchi e profumati, frutti rotondi e gialli.
Il nome POMPELMO deriva dall’olandese “pompelmoes”, composto da pompel (grosso), e dal giavanese limoes (limone).
Nel 1823 fu esportato da Barbados in Florida dove oggi si trovano le più estese piantagioni di frutti. Viene anche coltivato in Marocco, Brasile, Messico, Sud-Est asiatico.

I principi attivi contenuti nel pompelmo
La polpa di questi frutti viene utilizzata per produrre succhi di frutta e spremute. Il succo di pompelmo contiene la NARINGINA, dal gusto amaro, ricco di vitamina C e B1.
I principi attivi più importanti contenuti nella buccia sono: Pinene, Limonene, Limalolo (un alcool), il Citrale ,con un contenuto in oli del 21%. A queste sostanze si riconosce un’azione antidepressiva,
stimolante, attivante la circolazione e una notevole azione antisettica generale.
L’olio estratto dalla buccia sta ottenendo un ruolo sempre maggiore nell’aromaterapia.
La buccia contiene i flavonoidi, i pigmenti che danno il tipico colore giallo al frutto.
I semi contengono soprattutto bioflavonoidi, naringina, quercetina, esperidina canferolo e alcune proteine.

La scoperta di un antimicrobico universale
Accadde tutto nel 1980 in Florida. In un mucchio di materiale da compostaggio, un amante del giardinaggio molto attento - che si rivelò essere un fisico ed immunologo specializzato nella ricerca di rimedi naturali, il dottor JACOB HELRICH - osservò che i semi di pompelmo nel suo fertilizzante vegetale non si decomponevano, perché contenevano sostanze che, a quanto pareva, erano più efficaci e meno nocive di ogni altro antibiotico conosciuto.
Inoltre, le ricerche compiute da una serie di istituti come il Pasteur in Francia, rivelarono uno spettro di azione inaspettatamente ampio. Si scoprì che l’estratto dei semi di pompelmo neutralizzava non solo i virus ed i batteri, ma anche lieviti, altri tipi di funghi e parassiti.

SEMI DI POMPELMO
Poche gocce per mille usi


Uso esterno dell’estratto di semi di pompelmo

BOCCA e LABBRA:
E’ il rimedio naturale ideale per effettuare gargarismi che producono una potente azione antisettica. Elimina i batteri ed i germi dannosi ed impedisce che si riformino.
Diluire 5 gocce in un bicchiere di acqua, fare gargarismi tre volte al giorno.

AFTE della mucosa buccale e stomatiti ulcerose: sciacquare la bocca regolarmente, più volte al giorno, con 10 gocce di estratto di semi di pompelmo diluite in un bicchiere d’acqua. Nel caso delle
afte, piccole ulcere dolorose provocate da virus erpetici riattivati, tamponarle con una soluzione costituita da 2 gocce, diluite in uncucchiaio di acqua, utilizzando un bastoncino di ovatta.

ALITOSI: può essere causata dai batteri presenti all’interno della bocca, dai denti cariati o dalla fermentazione nel tratto digestivo profondo. Sciacquare la bocca e fare gargarismi più volte al giorno con alcune gocce di estratto diluite in un bicchiere d’acqua.

LABBRA SCREPOLATE: diluire alcune gocce di estratto in un cucchiaio di olio e detergere le labbra più volte al giorno con questa miscela. Questo trattamento può essere usato anche nel trattamento dell’HERPES LABIALE, lasciando agire il preparato anche di notte.

DENTI E GENGIVE: la placca dentale, che può provocare la carie e la paradontosi, è di origine batterica. L’infiammazione delle gengive è causata dai prodotti metabolici dei batteri della placca, che sono tossici e aggrediscono le gengive fino a provocarne, in alcuni casi, il sanguinamento.
L’estratto dei semi di pompelmo può prevenire con efficacia la formazione della placca:
1) mettere 1-2-gocce di estratto sullo spazzolino umido e spazzolare i denti 3 volte al giorno;
2) aggiungere 5-10 gocce in un bicchiere d’acqua e fare degli sciacqui;
3) utilizzare il filo interdentale inumidito con l’estratto o aggiungerne 2-3 gocce all’idropulsore;
4) in caso di infiammazioni gravi mettere alcune gocce (diluite in una tazzina da caffè di acqua) su una striscia di ovatta, posarla sulle gengive e lasciarla agire per un paio di minuti al giorno.
5) l’estratto permette di eliminare i germi indesiderati dallo spazzolino da denti e di evitarne l’ulteriore proliferazione. Mettere 10 gocce di estratto in un bicchiere di acqua e lasciarvi lo spazzolino anche per tutta la notte. Prima dell’uso risciacquarlo con cura per eliminare i
germi morti. La miscela di estratto e acqua deve essere rinnovata ogni due giorni.
6) In caso di mal di denti ed estrazioni dentarie, fare gargarismi più volte al giorno con una soluzione di 10gtt di estratto di semi di pompelmo diluite in un bicchiere di acqua.
Una soluzione, questa, utile anche in caso di mal di gola, raucedine e laringite.

VISO (acne, impurità della pelle, brufoli): inumidire la pelle, strofinare circa 5 gocce di estratto sulle mani bagnate e massaggiare bene il viso.Lasciare agire, risciacquare e asciugare tamponando.
Se si avverte una leggera sensazione di prurito sulla pelle significa che l’estratto sta agendo in profondità.

PELLE: L’estratto, utilizzato sottoforma di spray, si è dimostrato un efficace rimedio di emergenza per le piccole ferite, le bruciature, le punture di unsetto, l’orticaria e, grazie al suo straordinario potere fungicida, per le micosi cutanee.
In quest’ultimo caso l’estratto va frizionato sulle parti interessate, mescolato a glicerina o olio, due volte al giorno; l’applicazione va continuata anche dopo la scomparsa dei sintomi.
Nelle micosi dei piedi , così come nell’iperidrosi (eccessiva sudorazione dei piedi che viene provocata dai funghi) si può utilizzare la polvere a base di estratto di semi di pompelmo.

Uso interno dell’estratto:
E’ risaputo che i batteri ed i virus provocano molti disturbi interni o contribuiscono al loro insorgere.
L’efficacia dell’estratto è stata riconosciuta da un numero sempre maggiore di medici naturali, che lo impiegano soprattutto nella cura delle malattie da raffreddamento e dei disturbi del tratto gastrointestinale.
Le malattie da raffreddamento comprendono i disturbi influenzali - che interessano le vie respiratorie e sono spesso accompagnati da febbre, raffreddore, raucedine, tosse, mal di gola, mal di testa, dolori articolari - e l’influenza vera e propria, che si manifesta più o meno con i medesimi
sintomi dei disturbi influenzali, ma è più grave.
L’estratto di semi si è dimostrato molto efficace: 3-15 gocce 2-3 volte al giorno diluite in un bicchiere di acqua. Le gocce sono già diluite in glicerina e devono essere mescolate molto bene all’acqua; se il sapore è troppo amaro, si può aggiungere del succo di frutta.
La stessa posologia può essere utilizzata con successo anche nelle infezioni del tratto gastrointestinale con diarrea, dolori addominali, nausea e vomito.

Fonte: afmterni.it
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Estratto di semi di pompelmo: antimicrobico universale
« Risposta #1 il: Settembre 09, 2010, 11:15:29 »
SEMI DI POMPELMO - CITRUS PARADISI

Famiglia: Rutaceae
Pianta officinale, alimentare
Parte utilizzata: semi

PRINCIPI ATTIVI
composti polifenolici quaternari; ac.ascorbico; aminoacidi

PROPRIETA'
I semi di pompelmo contengono bioflavonoidi e naringina, isosakuranetina, neoesperidina, esperidina, diidrocanferolo, quercetina, canferolo, apigenina rutinoside ecc. Piu alcune proteine. L'estratto viene ricavato dai semi e dalla polpa disidratata. Per l'estrazione vengono impiegate glicerina o grasso di cocco, non si tratta di una semplice estrazione, ma di una serie di processi durante i quali si formano nuovi legami chimici. Per esempio i bioflavonoidi vengono trasformati in legami quaternari, questi legami esercitano una potente azione inibente vero i batteri, funghi, parassiti e alcuni virus, mantenendo una btossicita' estremamente bassa nei confronti dell' uomo e degli animali come dimostrato in numerosi studi e test di laboratorio.
I risultati delle ricerche indicano che l'estratto dei semi di pompelmo agisce su 800 ceppi di batteri fra i quali: salmonella, e. Coli, vibrio cholerae, staph, strep, lysteria, shigella dysenteriae, clamydia etc., virus, su circa 100 ceppi di funghi e molti parassiti monocellulari.
Dagli studi effettuati risulta che l'estratto dei semi di pompelmo esercita attivita' antimicrobica a una concentrazione di 1 a 1000. Un gruppo di ricercatori nel 1989/90 provo' la loro attivita' su 773 ceppi batterici e 93 ceppi di funghi e fece un confronto con 30 antibiotici e 18 antimicotici. Il risultato fu che' lazione dei semi era uguale a quella delle altre sostanze esaminate. Ricerche scientifiche hanno dimostrato che il limite oltreil quale si rischia l'intossicazione e' 4000 volte superiore alla dose normale di 10-12 gocce. Un individuo di 80 chili ne dovrebbe ingerire 1,3 litri per avere una intossicazione.
L'estratto allegerendo, grazie all' azione antimicrobica, il lavoro del sistema immunitario contribuisce a rafforzarlo. Generalmente non genera allergie , ma le persone con allergia verso gli agrumi potrebbero essere sensibili all' estratto di semi di pompelmo. L'estratto e' impiegato nelle forme influenzali, nelle infezioni gastrointestinali da batteri , virus e funghi, nelle parassitosi, nelle ulcere e gastriti sostenute dall' helicobcter pylori, nel trattamento della candida (saccaromiceta che normalmente si sviluppa nell'intestino senza provocare danni , se il sistema immunitario si indebolisce, questo fungo puo' proliferare e emigrare in altri organi come rene, polmoni, pelle e altre mucose causando notevoli danni. Ad esempio, flatulenze, colite, ulcere dell'apparato digerente, disturbi femminili come dolori mestruali, fibrosi, disturbi maschili, come prostatite, allergie, asma, sinusite ecc. Questi disturbi vengono provocati dalle tossine della candida che ne produce circa un centinaio. Una di queste, puo' provocare alterazioni ormonali, altre ai nervi, inoltre la candida puo produrre alcool. Le diverse tossine sovraccaricano inoltre il lavoro del fegato.

INDICAZIONI
Infezioni batteriche da samonella, e.coli, vibrio cholerae, staphilococchi, streptococchi, lysteria, shigella dysenteriae, clamydia; affezioni intestinali da protozoi (entamoeba hystolytica, giardia lambia)¨; infezioni vaginali croniche da candida; malattie da raffreddamento, influenza; disturbi del tratto gastro intestinale (colite ulcerosa, soprattutto se associata alla presenza di patogeni quali shigella, giardia lamblia, amebe)¨ "diarrea" del viaggiatore, come preventivo e curativo; squilibri della flora intestinale (in associazione con lactobacillus acidophylus, lactobacilus rhamnosus, bifidobacterium); potenziamento delle difese immunitarie (in associazione con estratti di echinacea, uncaria,tabebuia, astragalo.

NOTE
Ricerche tossicologiche confermano che gli estratti dei semi di pompelmo non presentano alcuna tossicità alle dosi consigliate né a breve né a lungo termine. Soltanto il 3-5 % dei pazienti non tollera bene l'acidità tipica dell'estratto. In questi casi si consiglia di assumere l'estratto a stomaco pieno iniziando il trattamento con il dosaggio minimo, per poi aumentarlo.Sconsigliato agli allergici agli agrumi
Ld50: 5000 mg/kg

Fonte: cento-fiori.it0
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Estratto di semi di pompelmo: antimicrobico universale
« Risposta #2 il: Settembre 09, 2010, 11:18:00 »
Estratto di semi di pompelmo:
la Farmacia più piccola del mondo!

A cura di Maurizio Fiammetta
Pubblicato il 15/07/2002


La definizione "la farmacia più piccola del mondo!" data agli estratti di semi di pompelmo è quella che a mio parere sintetizza in maniera veramente efficace l'azione di questo prodotto che la natura ci ha dato.

Nell'ambito della fisiologia, il benessere fisico è alcune volte insidiato da attacchi esterni come: " raffreddore e influenza; laringiti, tracheiti, tonsilliti e bronchiti; Candida albicans e altre micosi; disturbi dell'apparato digerente; infezioni delle mucose e della pelle" come pure " infezioni da batteri, infezioni da virus, infezioni vaginali, candida, herpes zoster".
Cosa fare per poter intervenire in maniera naturale contro questi "attacchi"? Appunto con l'estratto di semi di pompelmo!

Per comprendere ancora meglio di cosa si tratta ecco una breve scheda a cura del Dott. Michele Stellini, biologo ed erborista della scoperta di questo prodotto della natura.

"...Florida. Anno 1980.
In un mucchio di materiale da compostaggio, un amante del giardinaggio molto attento osservò che i semi di pompelmo nel fertilizzante vegetale non si decomponevano. Incuriosito, il dottor Jacob Harich, così si chiamava questo amante del giardinaggio, osservò con molta attenzione questo fenomeno e scoprì una cosa molto interessante. Nei semi di pompelmo si nascondeva una sostanza che, a quanto pareva, era più efficace e meno nociva di quanto ogni altro antibiotico conosciuto. Si scoprì poi che l'estratto di semi di pompelmo neutralizzava non solo i virus e i batteri ma anche i lieviti, altri tipi di funghi e i parassiti.
Quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere un antimicrobico ideale? Vediamole in dettaglio:

1 - l'antimicrobico ideale deve avere uno spettro d'azione il più ampio possibile poiché, in caso di malattia, difficilmente si identifica con certezza il singolo agente patogeno o l'esatta combinazione di essi. I risultati delle ricerche effettuate fino ad ora indicano che l'estratto di semi di pompelmo agisce su circa 800 ceppi di batteri e virus, circa 100 ceppi di funghi e molti parassiti.

2 - L'antimicrobico ideale deve avere un'azione forte e potente. L'estratto di semi di pompelmo esercita un'azione antimicrobica ad una concentrazione media di 1 a 1000, il che corrisponde a 8 gocce (a seconda del prodotto) in un bicchiere d'acqua. Ricerche scientifiche hanno dimostrato che il limite di assunzione, oltre il quale si rischierebbe l'intossicazione, è 4000 volte superiore alla dose normale di 10-12 gocce.

3 - L'antimicrobico ideale non deve indebolire il sistema immunitario. Questo criterio viene garantito.
L'estratto di semi di pompelmo viene utilizzato con successo nei principali deficit del sistema immunitario poiché la sua vasta attività antimicrobica rinforza il sistema immunitario.

4 - L'antimicrobico ideale non deve modificare la flora batterica utile. Le prime ricerche indicano che l'estratto di semi di pompelmo, a dosaggio normale, pur inibendo i batteri nocivi dell'intestino, non aggredisce i principali batteri del ceppo bifidus e riduce in modo non significativo i lattobacilli. Sembra inoltre che la distruzione dei saccaromiceti e di altri agenti patogeni permetta una crescita migliore della flora batterica intestinale.

5 - L'antimicrobico ideale deve essere in prodotto di origine naturale poiché i prodotti di sintesi possono avere effetti collaterali imprevedibili sull'organismo, a breve e a lungo termine. L'estratto viene prodotto dalla macinazione dei semi e, parzialmente, delle membrane della polpa del frutto. Si tratta quindi di una sostanza completamente naturale;
poiché molte persone presentano reazioni allergiche agli antibiotici comunemente reperibili in commercio. La maggior parte dei medici che hanno prescritto l'estratto di semi di pompelmo non ha registrato alcuna razione allergica nei pazienti. Negli individui allergici agli agrumi, che quindi potrebbero essere sensibili anche all'estratto di semi di pompelmo, si dovrebbe comunque iniziare con un dosaggio ridotto.

Due altri criteri di scelta si basano sulla convenienza del prodotto e sull'esistenza di un'ampia ricerca scientifica. L'estratto di semi di pompelmo soddisfa pienamente entrambi i requisiti. Un numero sempre crescente di medici e terapeuti si è interessato alla nuova sostanza e ha iniziato a prescriverla ai pazienti documentandone gli effetti. Le applicazioni più frequenti riguardano le malattie dello stomaco e dell'intestino, le infezioni da saccaromiceti, le malattie da raffreddamento, le infezioni della gola, del naso e delle orecchie, le malattie delle unghie e le micosi cutanee, le vaginiti, le gengiviti, per citarne solo alcune. Il prodotto viene anche utilizzato per rafforzare il sistema immunitario e per prevenire le infezioni nei pazienti con sintomi cronici da immunodeficienza: per esempio quelli colpiti da AIDS, astenia cronica o candida..."

Chi volesse saperne di più o avere un contatto con il Dott.Michele Stellini può scrivergli all'indirizzo email: mstellini@encanta.it

M.F. 

Fonte: guide.dada.net
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Estratto di semi di pompelmo: antimicrobico universale
« Risposta #3 il: Giugno 28, 2011, 08:21:54 »
24/02/2010 commento tratto da Bimbo Naturale

Semi di pompelmo antibiotico naturale
Attenzione ai produttori disonesti

Dato il mio suggerimento ad usare i semi di pompelmo con effetto antibiotico naturale (come anche l'aloe vera, l'aglio, la cipolla, l'echinacea, la propoli, molti olli essenziali, per es. tea tree e timo, argento colloidale, etc.) qualcuna di Voi mi ha fatto notare che l'erborista aveva invece sconsigliato questo prodotto a causa di un'ispezione NAS che avrebbe sequestrato l'estratto di semi di pompelmo perche' contenente benzetonio (che e' la sostanza attraverso la quale alcuni produttori estraggono il contenuto dal seme).

Mi sembrava di avere consigliato il bioseme (della AVD Reforrm) so che e' buono anche l'estratto della bioheart ma non l'ho mai provato. In ogni caso scegliete la versione BIO per essere sicuri che non sia contenuto il benzetonio.

Come sempre i produttori disonesti appena ci sia la possibilita' di vendere un prodotto "naturale" miracoloso non hanno problemi a specularci e a rovinarlo, anche nel caso (e lo e' sempre nel caso della natura) quel prodotto risulti essere efficace se usato in modo corretto con le corrette aspettative.

Vi inserisco un  commento dal sito di un produttore:

 "Si tratta di una vecchia diatriba sull’estratto di semi di pompelmo i cui fatti non sono molto chiari. Tipi diversi di analisi sullo stesso lotto di prodotto portano a contenuti di cloruro di benzetonio molto diversi, inoltre in alcuni lotti si trovano al suo posto altre molecole contenti cloro.
I più comuni metodi di analisi hanno bisogno di una interpretazione e senza avere uno standard di riferimento adeguato si possono giungere facilmente a risultati del tutto errati, come evidentemente in questo caso avviene. Solo analisi della struttura molecolare potrebbero stabilire con sicurezza di quale composto chimico si tratta, ma sono analisi molto costose che comunemente non vengono effettuate.

I produttori dell’estratto assicurano, anche per iscritto, che non contiene cloruro di benzetonio, ma non rendono pubbliche le analisi che lo proverebbero.
Gli avversari dell’estratto invece sostengono che i produttori aggiungono questa o sostanze simili per conferire efficacia al prodotto.
Secondo noi questi fatti si spiegano in questo modo: il processo d’estrazione a caldo con l’aggiunta di cloruro d’ammonio fa si che il cloro si leghi a vari componenti del pompelmo e formi cosi vari composti di cloro simile al cloruro di benzetonio. Il tipo di composto che si forma di volta in volta dipenderà anche dalla composizione del pompelmo di turno. In parte potrebbe trattarsi anche di cloruro di benzetonio, ma sarebbe di origine naturale e comunque incluso in un ampio complesso di sostanze che modificano le sue proprietà. Non sarebbe la prima volta che viene vietato un prodotto di origine vegetale perché contiene una molecola che isolata e prodotta sinteticamente è tossica, ma all’interno di un complesso di sostanze naturali perde la sua tossicità e diventa curativa.

Basta pensare alla polemica sul basilico che secondo il Prof. Veronesi (ex Ministro della Sanità) contiene una sostanza cancerogena e perciò andrebbe vietato o geneticamente modificato. Ma intanto i genovesi non si sono estinti e se si andasse a cercare molecole cancerogene le si troverebbero nel pomodoro, nelle patate e forse in qualsiasi altra pianta. Abbiamo notato strane coincidenze intorno all’estratto di semi di pompelmo.
Da circa un anno lo commercializza anche la Bayer. La prima pandemia mediatica virtuale è appena passata con un’impennata incredibile della vendita dei due farmaci antivirali esistenti, che tra l’altro hanno dimostrato che non funzionano per l’influenza aviaria, ed è facile prevedere che la seconda pandemia mediatica partirà probabilmente a settembre di quest’anno.

E’ semplice immaginare che l’estratto di semi di pompelmo con le sue straordinarie proprietà antivirali da una parte faccia paura a chi vende antivirali inefficaci e dall’altra parte faccia gola a chi vede un business."

Scritto da: mammaserena
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"