Autore Topic: Intervista a un malato di MCS  (Letto 5066 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2748
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Intervista a un malato di MCS
« il: Giugno 27, 2008, 03:41:48 »
di: Alessio Mannucci

“Non posso più restare nella mia attuale residenza. Altrimenti declinerò in modo irrimediabile”.
La lotta contro la MCS (Sensibilità Chimica Multipla, ndr) per Carlo si stà facendo sempre più ardua: grazie all'assimilazione di un po' di inglese è riuscito a farsi arrivare delle cure dall'estero: prodotti puri, pastiglie da 1000 mg di vitamina c, flebo da 7,5 gr di vitamnina c, gltatione, bombole per terapia con ossigeno, integratori ecc. Ma purtroppo non bastano, per cui, al momento, salvo clamorose novità, ha abbandonato l'idea del viaggio all'estero.

“Potrebbero, dato che lo fanno, farmi dei vaccini desensibilizzanti, ma sò di gente a cui hanno fatto più male che bene, e a momenti ci muoiono”.
È emersa però una novità importante e inattesa.

“Sono stato al mare, zona Sirolo sotto Ancona, dove c'è aria e acqua pulita. Dopo poche ore che sto in acqua o in riva al mare... più nulla, sparisce l'infiammazione cronica della mucosa del naso, sparisce tutto, come fossi guarito. Il problema è quando devo lasciare la spiaggia, tutti gli alberghi provati non vanno bene (usano detersivi per pavimenti, la gente si profuma, ecc.). Ho provato a cercare un appartamento o una villetta in affitto (ho telefonato in centinaia di posti in tutta Italia, ma tutti hanno mobili e soprattutto cucina in formica, usano spray per lucidare i mobili, che per me sono banditi, usano diserbanti, imbiancano con vernici per me tossiche, ecc. Ho provato anche in campeggio (con una tenda di cotone che ho fatto fare) ma è ancora peggio, è un concentrato di tende di plastica, gente che fa il barbecue, ecc., mentre il campeggio libero è vietato”.
Carlo ha bisogno di aiuto. Più precisamente, di un casolare, o qualcosa di indipendente, al mare, ove possa vivere periodi più o meno lunghi. “Lo stesso specialista che mi ha fatto la diagnosi, mi ha poi fatto un certificato che dice che devo vivere fronte mare (lontano da conifere), ma può andare bene anche in collina a pochi km dal mare, purché in un ambiente idoneo”.

Oppure, di poter mettere una tenda. L'importante è che sia un luogo, del centro o del sud (sino Calabria o Puglia), lontano dal traffico, con aria e acqua pulita. “Un primario estero mi ha confermato, specificando, che: non guarirò mai al 100%, ma se vado al mare in un posto idoneo, e faccio le cure adeguate, posso migliorare molto e stare in modo accettabile (dice dove e come, altrimenti rischio di...), per ora faccio di tutto per tenere”.

Per contatti: E-mail: Alessio Mannucci

Fonte: ecplanet.com


SITI E ARTICOLI SULL'MCS

http://www.ama-mcs.it/

http://www.riconoscimentomcs.135.it/

http://www.lagazzettaweb.it/Pages/rub_sal/2005/salute/r_nssal_05-05.html

http://www.ecplanet.com/canale/salute-7/tossicologia-94/0/0/12375/it/ecplanet.rxdf

http://www.macrolibrarsi.it/speciali/sensibilita_chimica_multipla.php

http://www.safer-world.org/i/malathe/MCS/fabig.htm

http://www.clicmedicina.it/pagine%20n%2015/mcs2.htm

http://www.disinformazione.it/mcs.htm

« Ultima modifica: Luglio 24, 2010, 05:44:29 da cristiana »
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"