Autore Topic: Dentista intossicato si racconta  (Letto 8278 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2740
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Dentista intossicato si racconta
« il: Luglio 24, 2010, 03:09:06 »
LA QUESTIONE DEL MERCURIO
Traduzione del testo di una conferenza tenuta a Londra sulla sicurezza in odontoiatria dal Dr. Hesham El-Essawy M.Sc., dentista olistico (http://www.el-essawy.com/)

La prima volta che ho visto del mercurio fuori dal termometro è stata ad un tutorial sui materiali odontoiatrici nella Cairo Dental School nel 1965, come introduzione all’uso dell’amalgama. Il tutor ci disse poi: “State attenti a non toccare il mercurio con le mani nude, perché è molto tossico.” Gli ho chiesto allora: “Se è così tossico, perché allora lo usiamo, e perché lo mettiamo nella bocca della gente?”.
Lui si mise a ridere insieme al resto della classe, e mi disse che una volta che il mercurio è mescolato insieme all’amalgama resta lì bloccato, e si crea un composto nuovo. Gli credetti. Dovevo farlo, visto che lui era il tutor doveva avere ragione lui, questo pensai allora.

Come i miei colleghi, dopo la laurea feci largo uso dell’amalgama, in quanto facile da usare, economica, e materiale più idoneo per trattare i denti posteriori all’epoca. Nei primi anni ’70 fu introdotto un materiale nuovo, una pasta bianca chiamata Adaptic, con molte limitazioni, e mi sentii di usare quella al posto della brutta amalgama sulla quale una mia paziente disse, dopo essersi guardata allo specchio: “Sembra peggio del decadimento fisico!”.

Ho lavorato per un po’ nella sanità britannica e come tanti fui obbligato a usare l’amalgama tranne che per quelli che optavano per le paste bianche più “belle” e che dovevano pagare privatamente per averle (per le amalgame invece no) e ancora non erano approvate per l’uso sui denti posteriori.

Quando mi fu chiesto da una paziente se c’era un fondo di verità sul fatto che l’amalgama potesse colpire la salute, gli risposi che non vedevo come potesse farlo, dal momento che era ancora consentita dalle nostre diligenti autorità di controllo, e non ero mai stato informato su problemi legati alle amalgame. Le dissi che se l’amalgama fosse stata dannosa per la salute avremmo dovuto avere una visione più ampia della cosa, visto che è impiantata nelle bocche di quasi tutti gli adulti del mondo occidentale.
Questo era ciò che pensavo, e che tanti pensano ancora oggi, ma stavo per scoprire attraverso la mia personale esperienza che… semplicemente non era vero.

Poiché soffrivo di un leggero mal di denti, chiesi a un bravo collega di dare uno sguardo ai miei denti. Con grande entusiasmo lui guardò, tirò fuori il suo ago, mi punse, cominciò a trapanare, e prima ancora che me ne rendessi conto mi ritrovai con cinque denti otturati con amalgama. Ricordo ancora la sensazione che provai mentre raggiungevo la mia macchina. Era come se fossi stato colpito da una di quelle enormi palle che usano per demolire gli edifici, con la differenza che non ricordavo il momento dell’impatto. All’epoca pensai fosse l’effetto dell’anestesia.

Alcuni anni dopo cominciai ad avere problemi addominali, vomito che sapeva di uova marce, diarrea, perdita totale di energia finchè non cercavo di evacuare. Ho fatto numerose visite mediche, i dottori mi visitavano e poi mi dicevano che era tutto ok. Nessuna diagnosi, nessuna terapia. Un anno e mezzo dopo, avendo deciso di prendere la cosa nelle mie mani e di scoprire da solo che cosa c’era di sbagliato in me, scoprii che era il grano la causa di queste cose e, in forma minore, il latte di mucca e i latticini. Quando li eliminai dalla dieta, quegli attacchi cessarono.

Ma la mia salute cominciò comunque a peggiorare. Cominciai a soffrire di raffreddori frequenti, influenza, mal di gola, mal di testa, disturbi del sonno, cambi d’umore, e una devastante perdita di energia. Pensare a quello che era il mio periodo preferito, era sempre più difficile a causa di una nebbia mentale che avevo. Come tutti gli intossicati dalle amalgame, avevo sbagliato a fare la connessione. Cominciai allora a vedere la questione del mercurio. Era vero che l’amalgama era dannosa per la salute?

Lessi delle cose a riguardo, e ne rimasi sconvolto.
L’amalgama non è quel composto “stabile” che si credeva un tempo, o siamo stati portati a credere. Perde mercurio per tutto il tempo, come è stato facilmente provato, così come dove fa a finire, per la maggior parte nel nostro corpo. Se il mercurio è la sostanza più tossica come dicono, allora, a dispetto di tutte le negazioni, sia io che i miei pazienti eravamo stati lentamente intossicati.
Come era potuto accadere! Come possono i tutori della salute continuare a fornire una salute malata, che ne fossero o no consapevoli!

Nella sanità odierna l’amalgama continua ad essere usata per i denti posteriori, e non si dà al paziente alcuna possibilità di scegliere il materiale.
Spetta totalmente al Governo l’onere di dare alla fine la possibilità di scelta al paziente o di assicurarsi che non venga danneggiato dalle amalgame e dal mercurio (alcuni sono geneticamente più protetti di altri dagli effetti dei metalli pesanti e altre cose) prima di introdurla. Ai pazienti glielo si deve così tanto.

So che le otturazioni in composito sono più costose e sono anche molto più difficili da trattare, e un po’ tutti hanno problemi di salute, certo, e costerebbe molto rimpiazzare tutte le amalgame della Nazione. Comunque, i soldi spesi dalla sanità frutto dei fallimentari tentativi di gestire i problemi di salute provocati dalla intossicazione cronica da mercurio, e il tentativo di migliorare la salute della nazione superano di gran lunga i costi di una bonifica di bocche e corpi.
Adesso vediamo questa amalgama. Non solo il mercurio, ma anche l’amalgama. Sappiamo che metalli diversi creano una corrente galvanica. Bastano alcune amalgame in bocca per avere una vera batteria. E’ questo che vogliamo? L’attacco al nostro corpo non viene solo dal mercurio ma anche dall’argento e dal rame contenuti nell’amalgama. Quando rimuovo le amalgame dalle bocche dei miei pazienti, loro mi riferiscono un immediato miglioramento, soprattutto dei mal di testa. Perché succede questo? Suggerisco che sia dovuto principalmente al fatto di aver rimosso la batteria che bombardava il cervello di scariche elettriche. Questo in aggiunta alla presenza del “rubinetto di mercurio” che perde.

Vorrei dividere con voi alcuni dei miei casi. Potrei raccontarvi di pazienti che non riuscivano a camminare per il mio corridoio, e che dopo la rimozione potevano addirittura percorrerlo di corsa. Potrei raccontarvi della pianista che pensavo, quando la vidi la prima volta, che stesse per morirmi in studio, ma che dopo la rimozione delle amalgame si trasformò in una persona completamente diversa. Mi scrisse una lettera nella quale diceva che, per la prima volta dopo tantissimo tempo, era capace di “connettersi” alla sua musica. Potrei raccontarvi di quella signora che tolse le amalgame da qualche parte, ma non si sentiva bene, e fu mandata da me. Quando la esaminai trovai una macchia di amalgama ancora lì, lungo una otturazione bianca. Le dissi che non credevo che quella macchia le causasse i sintomi, ma gliela tolsi comunque. Una settimana dopo il marito venne da me e disse: “Che cosa avete fatto a mia moglie? La sua depressione è scomparsa ed è tornata ad essere la donna che ho sposato 30 anni fa!”
Potrei raccontarvi di quella persona che aveva girato per il mondo alla ricerca di una cura per i suoi continui mal di testa. Aveva fatto tutte le analisi possibili e immaginabili, raggi-X, scansioni, ditene una qualsiasi… lui l’aveva fatta. Quando mi sentì parlare di amalgame in tv pensò: “Ho provato di tutto, proviamo anche questa!”. Ho rimosso le sue amalgame, i suoi mal di testa sono scomparsi immediatamente!
(continua)
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2740
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Dentista intossicato si racconta
« Risposta #1 il: Aprile 27, 2011, 12:46:33 »
(segue)
Potrei raccontarvi del Lichen Planus corrosivo che resisteva a qualsiasi terapia, salvo scomparire dopo la rimozione delle amalgame. Certe forme idiopatiche di ulcerazioni orali scompaiono dopo aver tolto le amalgame. Mal di gola e sinusite migliorano. Potrei raccontarvi di quella signora di mezza età che aveva pensato al suicidio a causa dei suoi sintomi, ma che ebbe la vita trasformata dopo essersi disintossicata dal mercurio. Molti miei pazienti hanno registrato su video le loro storie, che fanno visionare, tutto può costituire una prova delle loro storie.

Il punto è che nessuno dei miei pazienti (molti dei quali si erano rivolti a me come ultima spiaggia) ha mai avuto risultati negativi togliendo le amalgame. Condividono tutti la stessa esperienza, tutti sono stati dai loro medici con le loro particolari malattie, e a tutti è stato detto, prima o dopo aver fatto analisi, test etc., che non c’era nulla che non andasse in loro.
Ad alcuni fu detto che serviva una terapia psichiatrica, visto che, chi più chi meno, avevano “immaginato” i loro sintomi! Perché tutti questi sintomi non rispondono a nessuna terapia che non sia quella della rimozione delle amalgame?


Ho anche un altro gruppo di pazienti, che dovreste controllare. Sono pazienti senza malattie, o almeno non ne sono consapevoli. Tutti tranne uno hanno riportato miglioramenti dopo la rimozione delle amalgame, soprattutto nel loro livello di energia. Uno di loro mi ha scritto dicendo: “Le finestre erano opache, ma io non lo sapevo.”
Queste non sono magie; sono casi che dimostrano fortemente una relazione di causa-effetto. Sono davvero sconcertato che ce ne siano, e infatti oggi ce ne sono tanti che pensano ancora che l’amalgama sia sicura!
Nessuno può obiettare al fatto che il mercurio sia una delle sostanze più tossiche sulla Terra, o che il mercurio fuoriesce dall’amalgama e finisce nella saliva del paziente e nella sua cavità orale.
E’ stato detto che se un paziente con amalgame trascorresse la giornata a sputare la sua saliva in bagno, col mercurio in essa contenuta, violerebbe la legge, ma non se la ingoiasse!

C’è un sacco di gente che dice che l’amalgama va bene, non danneggia i pazienti. Io posso dirvi che non è questo il caso. Agenzie come l’EPA, WHO e altre, mettono limiti arbitrari al mercurio; l’EPA dice 2 parti per bilione nell’acqua potabile, la FDA dice una parte per bilione di metil-mercurio nel pesce (il metil-mercurio si dice sia 100 volte più tossico del mercurio inorganico). La OSHA, che si occupa di sicurezza e salute nel mondo del lavoro, definisce come limiti a 0.1 milligrammi di mercurio organico per metro cubo di aria in ambiente di lavoro, e di 0.5 mg/per metro cubo di vapore di mercurio metallico per 8 ore e 40 ore per settimane lavorative. I risultati delle mie analisi fatte con l’analizzatore di vapore di mercurio mostrano chiaramente che, nella bocca di alcuni pazienti, gli indici che noi leggiamo possono arrivare a 20-40 volte tanto!
Oltre che dall’amalgama, la tossicità da mercurio può provenire da numerose altre fonti, sulle quali è bene stare in guardia.

MERCURIO METALLICO usato nell’industria per produrre clorina, soda caustica, termometri, batterie, tubi fluorescenti, etc. Il mercurio metallico evapora molto rapidamente, generando un gas senza colore né odore. Inalato è tossico per i polmoni, e ad alte dosi può essere letale, dai polmoni viene poi trasportato nel sangue dove si combina con gli eritrociti e poi eventualmente trasformato in forme di mercurio inorganico o organico.
Una breve esposizione ad alti livelli di vapore di mercurio può causare danni polmonari, nausea, vomito, diarrea, ipertensione, tachicardia, rash cutanei, irritazione degli occhi. Può anche causare un aumento significativo della mortalità per cancro ai polmoni e stomaco, come nel caso dei fabbricanti di cappelli della Toscana. Ci vogliono 4 secondi perché il vapore di mercurio entri in circolo e la sua emi-vita nei tessuti del corpo è di circa 80 giorni.

MERCURIO INORGANICO viene dalla reazione del mercurio con altri elementi quali ossigeno, clorica o zolfo. E’ idro-solubile, e si scioglie nella saliva, e si disperde, danneggiando il tratto gastro-intestinale e i reni. Il mercurio inorganico viene usato in molte pomate tipo pomate antisettiche, unguenti, creme sbiancanti, certi vaccini. Il cloride di mercurio è ora considerato dall’EPA un potenziale cancerogeno, insieme al metil-mercurio.

MERCURIO ORGANICO si forma quando il mercurio elementare attraversa un microrganismo. E’ il modo nel quale i batteri si proteggono dal mercurio. A quanto sembra io avevo alcuni di questi batteri nell’intestino, e avevano una scorta di mercurio. Allora utilizzano lo zolfo riducibile che si trova in certi alimenti quali la farina e il latte per produrre acido sulfidrico come protezione naturale o chelante contro il mercurio, perché l’ H2S è un potente chelante del mercurio, che lo espelle da qualsiasi cosa. Comunque, lo stesso H2S è molto tossico, ed è stato riscontrato in dosi 5 volte superiori nelle feci di chi soffriva di colite ulcerosa, causando una seria infiammazione e indebolendo l’energia metabolica del colon (ostacolando l’ossidazione del butirato e indebolendo la catena respiratoria della citocromo-c-ossidasi). La disintossicazione da H2S avviene tramite la metilazione, che produce dappertutto metil-mercurio, il quale viene poi assorbito e raggiunge rapidamente il cervello e il sistema nervoso, indebolendone molte funzioni e provocando problemi di memoria, disturbi del sonno, ansia, depressione, malinconia, irritabilità, tremori, perdita di concentrazione, stanchezza, mal di testa e tremori. Boyd Haley ha mostrato che i cambiamenti nel cervello dei pazienti di Alzhaimer, come gli effetti dei nucleotidi che si legano alle proteine, sono identici agli effetti del mercurio sul tessuto cerebrale.

Un altro modo col quale il tratto gastro-intestinale si protegge è quello di incentivare la proliferazione della Candida Albicans che assorbe molto mercurio.
Ma questo non accade senza pagare un alto prezzo. Guarda caso, la Candida resiste alle terapie fino a che non si rimuovono le amalgame.

C’è anche l’effetto immuno-soppressivo che il mercurio produce su una persona. Alcuni pazienti mi raccontano che prima di togliere le amalgame soffrivano di raffreddori e influenze frequenti. C’è anche l’effetto sulla formazione e lo stato del tessuto dell’ormone tiroideo, con tutte le conseguenze del caso. Ci sono gli effetti circolatori. Tutti i nostri pazienti ci dicono che gli veniva loro detto che avevano la faccia grigia, e che era diventata più rosea dopo la rimozione delle amalgame.

In conclusione, vorrei dirvi questo,

L’uso dell’amalgama al mercurio è stato un grave errore storico, e ha colpito in modo deleterio la salute della gente, dal momento che certi sono più danneggiati da questo che da altre cose che possano dipendere dalla costituzione genetica e altri fattori. Richiamo perciò alla responsabilità tutti i responsabili della salute del loro popolo, qui e ovunque, invitandoli a bandire l’uso di una tale sostanza nota per la sua estrema tossicità, soprattutto quando non possiamo più giustificarne l’uso nel campo della salute.

dott. Dr. Hesham El-Essawy M.Sc

Traduzione: http://www.identiavvelenati.com/
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"