Autore Topic: DIPENDENZA DA PSICOFARMACI  (Letto 7943 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2749
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
DIPENDENZA DA PSICOFARMACI
« il: Settembre 02, 2010, 11:17:25 »
Molti cercano nei tranquillanti e negli ansiolitici un po' di sollievo da ansia e stress finendo, però, di non poterne più fare a meno.

Il Prof. Melezzani del Policlinico di Verona ha messo a punto una terapia di detossificazione dalle benzodiazepine, gli psicofarmaci più prescritti ed usati. La terapia prevede la somministrazione per via endovenosa di un farmaco, il Flumazenil, una imidazobenzodiazepina in grado di rimuovere le benzodiazepine riportando il cervello alla condizione pre-dipendenza.

A Verona, in pratica, ricoverano il paziente, interrompono drasticamente il tranquillante e somministrano il Flumazenil per alcuni giorni consecutivi.

“La dipendenza da tranquillanti – spiega il Professore – è una malattia cronica recidivante e in quanto tale va trattata, anche nel periodo post-detossificazione .
Proprio per questo dopo la dimissione offriamo ai pazienti un continuo continuo contatto ambulatoriale con adeguato supporto farmacologico e si concerta spesso un periodo di psicoterapia importante per prevenire le ricadute”.
“Come effetti indesiderati – prosegue – abbiamo riscontrato solo qualche raro attacco d'ansia, ma mai di panico o convulsioni.
E' importante che l'infusione del farmaco avvenga molto lentamente; bisogna tener conto, e quindi prevenire, possibili disturbi che si sono presentati negli eventuali precedenti tentativi di detossificazione”.

Fonte: italiasalute.leonardo.it
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"