Autore Topic: Attualità sulla tossicità dell'amalgama  (Letto 8805 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Attualità sulla tossicità dell'amalgama
« il: Luglio 24, 2010, 06:24:23 »
Post del 22/10/07

OGNUNO SI RITENGA LIBERO DI RISPONDERE ALLA VERIDICITA' O MENO DELLE AFFERMAZIONI QUI RIPORTATE, IN BASE ALLA SUA ESPERIENZA PERSONALE

Ho numerato le domande così chi vuole, può rispondere punto per punto, numerandolo a sua volta



Attualità sulla tossicità dell'amalgama
Di G. Tessore* e A. Lojacono**
* Professore a contratto presso la Cattedra di Odontoiatria Conservativa dell'Università di Torino diretta dal prof. M. Pezzoli
**Libera professionista in Torino.


In tutto il mondo occidentale negli ultimi due anni i media hanno riportato articoli e programmi televisivi volti a presentare ai lettori e agli spettatori i restauri in amalgama come dannosi per la salute e i dentisti che li eseguono come professionisti poco informati. Questa campagna denigratoria svolta in modo estremamente aggressivo e poco obiettivo ha generato un certo allarme nei pazienti e qualche dubbio nei colleghi. Per questo motivo abbiamo sentito la necessità di comporre una sorta di "intervista sull'amalgama" raccogliendo le domande che più comunemente ci vengono rivolte dai pazienti e dai colleghi. Abbiamo scelto di dare risposte molto sintetiche utilizzando un linguaggio che potrebbe anche essere compreso da un profano per poter eventualmente essere letto dai pazienti.

1 - Perché si utilizza ancora oggi l'amalgama d'argento nonostante essa contenga mercurio?
L'amalgama presenta nel tempo un ottimo sigillo marginale, resistenza alla compressione e all'abrasione, facilità di utilizzo, lunghissima e positiva esperienza clinica e basso costo finale del restauro. Attualmente non esistono ancora materiali, per eseguire restauri diretti nei settori posteriori, realmente sostitutivi dell'amalgama in ogni situazione clinica , bensì materiali come le resine composite che possono essere considerati ottime alternative estetiche nelle situazioni cliniche più favorevoli.

2 - Quali sono i difetti accertati dell'amalgama?
- Un colore che non si mimetizza con il dente, anzi tende a discolorarlo
- Nessuna adesione ai tessuti dentali e di conseguenza la necessità di effettuare preparazioni ritentive che possiamo definire secondo le attuali tendenze in un certo modo demolitive
- Il tatuaggio delle mucose durante la preparazione protesica dei denti ricostruiti in amalgama
- La possibilità di indurre ipersensibilizzazione o reazioni tossiche

3 - Può il mercurio contenuto nelle otturazioni in amalgama essere dannoso per la salute?
Le otturazioni in amalgama rilasciano vapori di mercurio (HgO) soprattutto durante la masticazione, lo spazzolamento, i rialzi termici e le parafunzioni. Parte dei vapori vengono esalati, parte vengono inalati e dal polmone passano in circolo e, poichè il mercurio metallico è fortemente liposolubile, è in grado di superare le barriere cellulari distribuendosi rapidamente nei tessuti, dove viene ionizzato e come tale sequestrato. Un'altra parte di vapori si dissolve nella saliva e viene deglutita.
La popolazione europea assume quotidianamente 8/10 microgrammi di Hg di cui 5 proviene dalle otturazioni in amalgama.
La maggior parte del mercurio che noi introduciamo viene secreto, salvo quello che si accumula nei reni ed in minima percentuale nel cervello, polmoni, fegato e tratto gastrointestinale. Studi tedeschi affermano che la quantità di Hg assumibile dalle otturazioni (da 1,2 a 1,8 microgrammi al giorno) non può ritenersi pericolosa. Comunque la recente letteratura scientifica mondiale è concorde nell'affermare che solo una piccolissima parte di mercurio raggiunge il resto del corpo e non è chiaro se questa sia correlata al numero di otturazioni. Un articolo americano (Mackert e Berglund ,Medical College of Georgia 1997) sostiene che sarebbero richieste da 450 a 530 superfici di amalgama in una persona per produrre 30 lg Hg /g creatinina urinaria, livello che l'OMS associa con i sintomi più lievi negli individui più sensibili.

4 - Chi decide se l'amalgama è un materiale tossico o no?
Nel 1998 I componenti Il Comitato Europeo per la Salute ha redatto un "report" per aggiornare la i dentisti in riferimento ed ottemperanza alla legge 93/42 sui dispositivi medici ed ha concluso che l'amalgama è priva di rischi di tossicità sistemica e si verificano solo rarissimi casi di ipersensibilità. Ciononostante è impossibile affermare che qualsiasi prodotto sia assolutamente privo di effetti collaterali in ogni occasione; con l'amalgama, come per qualsiasi altro farmaco è opportuno valutare il rapporto rischio /beneficio.Il miglior restauro, assolutamente privo di effetti collaterali, è il non restauro che si ottiene con la prevenzione. È opportuno ricordare che nonostante il fluoro sia riconosciuto dalla ricerca come il principale artefice della drastica diminuzione dell' incidenza della carie, è ancora da alcuni temuto per la sua potenziale tossicità. Occorre considerare inoltre che esiste moltissima ricerca sull' amalgama mentre molto poco nutrita è al mometno attuale la ricerca sulla potenziale tossicità dei materiali alternativi e che i restauri alternativiattuali hanno sicuramente una vita più breve. Naturalmente sarà opportuno che il dentista generico si tenga continuamente aggiornato sullo stato delle ricerche, recentemente sono stati messi in relazione da alcuni i restauri in amalgama con disturbi quali la demenza senile, ma fino ad oggi tali legami non sono stati ancora assolutamente stabiliti.

Fonte: andipiemonte.it
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Attualità sulla tossicità dell'amalgama
« Risposta #1 il: Luglio 24, 2010, 06:26:10 »
Nel mio piccolo vorrei provare a controbattere alcuni punti che mi sembrano poco chiari ed in certi passaggi anche contraddittori.

In quest'articolo i rappresentanti dell'associazione dentisti G. Tessore e A. Lojacono si pongono come vere ed uniche vittime in questa vicenda e iniziano subito con il precisare che sono stati costretti a prendere le difese dell'amalgama, perchè i media terrorizzando i pazienti al solo scopo di screditare la categoria dei dentisti facendoli passare per professionisti poco informati....
Io sono sempre stata convinta che i dentisti invece siano sempre stati molto ben informati e consapevoli di quello che ci infilano e fissano, trapanano, rifissano, ritrapanano, limano, ecc., in bocca >:( e cioè un composto di metalli tossici, tra i quali il mercurio, che è il secondo elemento più pericoloso al mondo dopo il plutonio e gli altri non è che siano molto meno pericolosi.
I dentisti sanno benissimo che l'amalgama è l'unico materiale odontoiatrico utilizzato e mai testato. Loro escludono la velenosità dell'amalgama :o, ma ammettono che potrebbe dare qualche forma di "allergia" perchè esiste chi è allergico ai metalli: perchè non fanno fare ai pazienti, il patch test odontoiatrico per valutare chi è allergico? Come mai non lo fanno in ospedale questo test pagando il ticket e neanche a pagamento? I dentisti anche se una persona ha seri, gravi problemi di allergia ai metalli (come me x esempio) non lo chiede neanche e l'amalgama la installa in bocca in ogni caso...  >:(

E' il paziente che non viene informato su cosa gli stanno mettendo in bocca, che cosa gli stanno facendo respirare ed ingoiare quando fresano e limano.

I dentisti sono consapevoli
e se vogliono riempirsi il corpo di quegli elementi tossici, se a loro non importa respirare polveri e vapori, facciano pure come credono meglio, la "pelle" è la loro e male che vada a loro viene riconosciuta la malattia professionale da amalgama, così vanno pure in prepensionamento se rimangono invalidi.

Ma il paziente dovrebbe essere informato di cosa il suo fidato dentista, sta combinando e cosa sta installando o rimuovendo dalla sua bocca, mentre sta lì immobile, a bocca spalancata, terrorizzato, sperando di non sentire troppo dolore a causa del trapano 

Al paziente del dentista non viene consegnato nessun modulo di consenso informato da firmare.... ai dentisti non viene richiesto, come mai?
Come mai non si ritiene necessario ottenere dal paziente il consenso ad un'operazione come quella di mettere o rimuovere amalgame composte da Argento, Stagno, Rame, Zinco, Mercurio, tenendo anche conto del fatto che al composto potrebbe occorrere anche 4 ore e mezza per condensarsi?

CONSENSO INFORMATO
In Italia, qualunque trattamento sanitario, medico o infermieristico, necessita del preventivo consenso del paziente; è quindi il suo consenso informato che costituisce il fondamento della liceità dell'attività sanitaria, in assenza del quale l'attività stessa costituisce reato. Il fine della richiesta del consenso informato è dunque quello di promuovere l'autonomia dell'individuo nell'ambito delle decisioni mediche.
Il malato può decidere se vuole essere curato per una malattia e ha il diritto/dovere di conoscere tutte le informazioni disponibili sulla propria salute, chiedendo al medico ciò che non è chiaro; inoltre deve avere la possibilità di scegliere, in modo informato, se sottoporsi ad una determinata terapia o esame diagnostico.


MERCURIO: Il mercurio ha un certo numero di effetti sugli esseri umani, che possono essere riassunti nei seguenti effetti principali:
- Distruzione del sistema nervoso
- Danneggiamento delle funzioni cerebrali
- Danni al DNA e danni cromosomici
- Reazioni allergiche, che risultano in chiazze cutanee, stanchezza ed emicranie
- Effetti riproduttivi negativi, quali danni allo sperma, i difetti di nascita ed aborti
Il danneggiamento delle funzioni cerebrali puo' causare la degradazione della capacità di apprendimento, cambiamenti di personalità, tremore, cambiamenti di visione, sordità, scoordinamento muscolare e perdita di memoria. Danni cromosomici sono noti causare il mongolismo.
ARGENTO: I composti dell'argento possono essere lentamente assorbiti dai tessuti del corpo, con conseguente pigmentazione bluastra o nerastra della pelle (argiria). Il contatto ripetuto e prolungato con la pelle può causare dermatite allergica. Rischi di ingestione: moderatamente tossico. Puo' causare disagio intestinale, nausea, vomito, diarrea e narcosi. L'aspirazione di materiale nei polmoni se si verificano deglutizione o vomito può causare la polmonite chimica che può essere mortale.
la sovresposizione cronica ad uno o piu' componenti in questo materiale è stata individauta avere i seguenti effetti sugli animali da laboratorio:
- danni renali
- lesione dell'apparato visivo
- danno ai polmoni
- danni al fegato
- anemia
- danni cerebrali
- Anomalie cardiache
STAGNO: L'assorbimento dei legami si stagno può causare effetti acuti così come effetti di lunga durata.
Gli effetti acuti sono:
- Irritazione a occhi e pelle
- Mal di testa
- Mal di pancia
- Malessere e stordimento
- Forte sudorazione
- Assenza di respiro
- Problemi di utinazione
Gli effetti a lungo termine sono:
- Depressione
- Danni al fegato
- Malfunzionamento del sistema immunitario
- Danno ai coromosomi
- Scarsita' di globuli rossi
- Danni al cervello (causanti rabbia, disturbi al sonno, vuoti di memoria e mal di testa)
RAME: L'assorbimento di rame è necessario, perché il rame è un oligoelemento indispensabile per la salute umana, ma troppo rame può causare gravi problemi di salute. L'esposizione a lungo termine al rame può causare irritazione di naso, bocca e occhi ed causare emicranie, dolori di stomaco, stordimento, vomito e diarrea. Esistono articoli scientifici che indicano un collegamento fra l'esposizione di lunga durata ad alte concentrazioni di rame e un declino nell'intelligenza nei giovani adolescenti.
ZINCO: Lo zinco è un elemento in tracce che è essenziale per la salute umana. troppo zinco può ancora causare gravi problemi di salute, come spasmi allo stomaco, irritazioni cutanee, vomito, nausea e anemia. I livelli molto elevati di zinco possono caisare danni a pancreas e disturbare il metabolismo delle proteine e causano arteriosclerosi. Lo zinco può essere un pericolo per i bambini appena nati. Quando le loro madri hanno assorbito grandi quantita' di zinco i bambini possono essere esposti ad attraverso il sangue o il latte delle loro madri.

1 - Si gioca molto sul fatto della resistenza dell'amalgama e si trascura il fatto che comunque dopo massimo, proprio al massimo 10 anni, deve essere sostituita perchè si ossida. L'ossidazione comporta quasi inevitabilmente un'infezione, il più delle volte alle vie urinarie.
I compositi non è vero che non durano. Le prime resine composite macroriempite ma anche microriempite possedevano scarse caratteristiche meccaniche ed estetiche dato che erano costituite per la maggior parte da matrice e solo un 30-40% in volume da riempitivo. Le nuove resine composite (ceromers, ad esempio) posseggono un 70-80% in volume di riempitivo ed hanno notevoli proprietà di stabilità cromatica e di resistenza.
Io ho quasi tutti i denti posteriori ricostruiti in composito dal 2002 e non hanno mai avuto bisogno di essere ritoccati.
Tutti gli incisivi invece mi erano stati ricostruiti nel 96. Eseguo la pulizia dei denti regolarmente, mangio regolarmente, mastico regolarmente. Non si nota la differenza tra i denti ricostruiti e gli altri.

2 - Non dimentichiamoci del grave problema del galvanismo... quel fastidiosissimo "effetto pila" che si crea quando si hanno altre protesi in bocca. E' un problema grande per chi è costretto a conviverci giorno dopo giorno, anno dopo anno  >:(
Nel cavo orale di non pochi pazienti odontoiatrici si riscontra il caso di contatto metallico diretto tra otturazioni in amalgama e corone d'oro, o una qualsiasi altra combinazione di metalli diversi in contatto. Il fenomeno del galvanismo orale causa un aumento del rilascio di metalli dalle otturazioni di amalgama.

3 - Il mercurio rilascia vapori 24 ore su 24 ed in misura ancor più elevata durante la masticazione, lo spazzolamento, i rialzi termici e le parafunzioni.
I vapori prima vanno in circolo per il corpo e poi vanno a fissarsi nel cervello, nei reni, anche negli altri organi ed infine nelle ossa.
Il mercurio e gli altri elementi tossici vengono esplusi solo in minima parte, mentre tutto il resto viene accumulato giorno dopo giorno, anno dopo anno, creando intossicazione cronica.
Come al solito fra tutti gli studi scientifici che ho letto, non solo nel caso dell'amalgama, ma ce ne fosse uno, anche solo uno, che parli del grave pericolo dell'accumulo di elementi tossici nell'organismo e tutti questi grandi studiosi, scienziati, dotti e sapienti, sanno benissimo che questi metalli una volta entrati nel corpo non possono essere eliminati e quindi vanno ad accumularsi anno dopo anno....
Fanno gli studi sul sangue e sulle urine..... ma come potrebbero mai trovare un'infezione cronica attraverso gli esami ematochimici?
Solo il mineralogramma che è la biopsia del capello può individuarla, oppure una biopsia al cervello... da morto 
Diverse evidenze scientifiche dimostrano inoltre il passaggio del mercurio attraverso la barriera placentare, con modalità simili a quanto accade a livello della barriera ematoencefalica, quindi una mamma "amalgamata" partorisce un figlio "amalgamato".

4 - Le resine composite sono formate da:
- matrice (bis-gma)
- riempitivo (quarzo, silicio, ceramica ed altre sostanze con caratteristiche di stabilità cromatica e di resistenza)
- agente legante (silano)
Ovviamente, non ci sono materiali che non si prestano a critiche. Le principali critiche rivolte ai compositi sono da mettere in relazione alle loro intrinseche e non uniformi caratteristiche tecniche ed al loro costo d’esercizio, unitamente alla maggior difficoltà tecnica per il loro corretto utilizzo.
Inoltre, questi materiali, possono anche dare una risposta di tipo allergico, per lo più dovuta alla presenza di monomeri non polimerizzati: la reazione allergica a questi materiali è possibile per la percentuale di materiale non perfettamente polimerizzato residuo (in caso di corretto utilizzo), che è di circa il 25% del totale.
Un composito dentale e/o una resina sintetica, che sia definibile “biologica”, attualmente non esiste ancora!
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2734
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Attualità sulla tossicità dell'amalgama
« Risposta #2 il: Luglio 24, 2010, 06:27:22 »
Lucia nel post originale del vecchio Forum aveva postato questo:

3 - Può il mercurio contenuto nelle otturazioni in amalgama essere dannoso per la salute?

Le otturazioni in amalgama rilasciano vapori di mercurio (HgO) soprattutto durante la masticazione, lo spazzolamento, i rialzi termici e le parafunzioni.

ah allora lo sanno  >:(

Parte dei vapori vengono esalati, parte vengono inalati e dal polmone passano in circolo e, poichè il mercurio metallico è fortemente liposolubile, è in grado di superare le barriere cellulari distribuendosi rapidamente nei tessuti, dove viene ionizzato e come tale sequestrato. Un'altra parte di vapori si dissolve nella saliva e viene deglutita.

e sanno anche questo  >:(


La popolazione europea assume quotidianamente 8/10 microgrammi di Hg di cui 5 proviene dalle otturazioni in amalgama.
La maggior parte del mercurio che noi introduciamo viene secreto, salvo quello che si accumula nei reni ed in minima percentuale nel cervello, polmoni, fegato e tratto gastrointestinale. Studi tedeschi affermano che la quantità di Hg assumibile dalle otturazioni (da 1,2 a 1,8 microgrammi al giorno) non può ritenersi pericolosa. Comunque la recente letteratura scientifica mondiale è concorde nell'affermare che solo una piccolissima parte di mercurio raggiunge il resto del corpo e non è chiaro se questa sia correlata al numero di otturazioni. Un articolo americano (Mackert e Berglund ,Medical College of Georgia 1997) sostiene che sarebbero richieste da 450 a 530 superfici di amalgama in una persona per produrre 30 lg Hg /g creatinina urinaria, livello che l'OMS associa con i sintomi più lievi negli individui più sensibili.


io non so da dove si siano presi questi dati. Il fatto che il vapore di mercurio viene poi "secreto", lo dicono in base a cosa? trovano normale che il mercurio si accumuli negli organi?
Vengono citati studi del 1997... qualcuno di loro sa che siamo nel 2007, quasi 2008?
Perciò io chiederei se conoscono gli studi del dott. Aposhian(cito dal servizio della BBC):

"Per più di un secolo i dentisti hanno creduto che il mercurio delle amalgame non entrasse mai nel corpo. Ma i risultati di Aposhian, pubblicati due anni fa, sono stati una sconcertante confutazione. Gli studi mostravano che non meno di due terzi del mercurio presente nel corpo veniva dalle amalgame."

E a parte questo... direi che c'è abbondante materiale scientifico sufficiente per mettere in dubbio tutta questa "sicurezza" dell'amalgama.
Io chiederei:

1. I dentisti informano i pazienti che l'amalgama contiene mercurio?

2. I dentisti informano i pazienti che il mercurio fuoriesce dalle amalgame ogni volta che sono stimolate?

3. I dentisti informano i pazienti che amalgame e metalli  diversi (tipo oro) in bocca creano un devastante campo elettrico che aumenta la fuoriuscita del mercurio e crea problemi al sistema nervoso (e non solo)?

4. I dentisti informano che intossicarsi di mercurio è UNA COSA ed essere allergici al mercurio (o ad altri materiali odontoiatrici) E' UN'ALTRA COSA, che si aggiunge a tutte le altre?

5. I dentisti sanno che trapanare le amalgame provoca un'intossicazione acuta?

6. quale differenza c'è tra mettere amalgame ad un bambino di 5 anni e metterle ad un bambino di 7 (per il bambino, dico)?


cioè... queste sono le cose da chiedere, perchè in teoria i dentisti sono anche medici... e i medici dovrebbero avere sempre a cuore la salute del paziente.
Noi sappiamo che la realtà è spesso diversa.
L'ANDI, per quanto mi riguarda, può continuare a dire quello che vuole, ma i pazienti DEVONO SAPERE cosa gli viene ficcato in bocca.



4 - Chi decide se l'amalgama è un materiale tossico o no?

Nel 1998 I componenti Il Comitato Europeo per la Salute ha redatto un "report" per aggiornare la i dentisti in riferimento ed ottemperanza alla legge 93/42 sui dispositivi medici ed ha concluso che l'amalgama è priva di rischi di tossicità sistemica e si verificano solo rarissimi casi di ipersensibilità. Ciononostante è impossibile affermare che qualsiasi prodotto sia assolutamente privo di effetti collaterali in ogni occasione; con l'amalgama, come per qualsiasi altro farmaco è opportuno valutare il rapporto rischio /beneficio.Il miglior restauro, assolutamente privo di effetti collaterali, è il non restauro che si ottiene con la prevenzione. È opportuno ricordare che nonostante il fluoro sia riconosciuto dalla ricerca come il principale artefice della drastica diminuzione dell' incidenza della carie, è ancora da alcuni temuto per la sua potenziale tossicità. Occorre considerare inoltre che esiste moltissima ricerca sull' amalgama mentre molto poco nutrita è al mometno attuale la ricerca sulla potenziale tossicità dei materiali alternativi e che i restauri alternativiattuali hanno sicuramente una vita più breve. Naturalmente sarà opportuno che il dentista generico si tenga continuamente aggiornato sullo stato delle ricerche, recentemente sono stati messi in relazione da alcuni i restauri in amalgama con disturbi quali la demenza senile, ma fino ad oggi tali legami non sono stati ancora assolutamente stabiliti.


DOMANDA:non ritenete voi dell'ANDI che se un materiale odontoiatrico è perlomeno sospetto di causare danno anche solo ad un centinaio di pazienti (e noi sappiamo che sono molti di più) non sia il caso di sospenderne l'uso, fino a quando la Scienza non vi mette la risposta definitiva?

Ad esempio, voi avreste ritirato i giocattoli cinesi al piombo, o li avreste lasciati in commercio, visto che solo "pochi bambini" si sono intossicati?

E INFINE: Mettereste amalgame ai vostri figli?
(ma so già che risponderebbero "sì", come ha fatto il presidente dell'ANDI... e siccome loro se ne fregano, tutti se ne devono fregare... e siamo tutti a posto così)

   
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"