Autore Topic: LA FDA accoglie pubblici commenti sull'uso del mercurio nell'odontoiatria  (Letto 9764 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2782
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Un grazie a Lucia che mi ha inviato questa news

In seguito alle forti pressioni esercitate dalle associazioni dei consumatori, la FDA (Food and Drug Administration) ha annunciato l'imminente apertura ai commenti pubblici sulla sua proposta di regolamento della classificazione dei materiali in amalgama usati in odontoiatria.
Più cose sappiamo sulle amalgame in mercurio e più ci viene da chiedere perché la ADA (American Dental Association) e moltissimi dentisti ancora insistono col dire che il mercurio è sicuro. Il Centro per il Controllo delle Malattie si è spinto tanto più in là da dire che le amalgame in mercurio emettono piccole quantità di mercurio sotto forma di vapore che vengono poi assorbite, e la EPA (Ente Protezione Ambientale) ha detto che i materiali odontoiatrici sono i maggiori inquinanti ambientali, attraverso il rilascio delle vecchie amalgame nelle acque.

Che cosa significa tutto questo per l'uomo della strada che ha otto amalgame in bocca?

L'EPA fa notare che la National Health e Nutrition Examination Survey (ente che si occupa di monitorare la salute e la nutrizione nazionale, ndr) ha scoperto che tra il 1999-2000 circa l'8% delle donne tra i 16 e 49 anni avevano concentrazioni di mercurio nel sangue superiori ai 5.8 ug/L. “Basandoci sulla prevalenza della popolazione femminile statunitense in età fertile e sul numero delle nascite all'anno, si considera che più di 300.000 bambini nati ogni anno possono avere un aumento di rischio di contrarre problemi di apprendimento associati all'esposizione dell'utero materno al metil-mercurio”.

Il pesce contiene mercurio in forma di metil-mercurio. Le amalgame contengono mercurio elementare, che può venir metilato dai microorganismi nel corpo umano. L'EPA ha stabilito una una dose giornaliera di riferimento (RfD) di 0.1 µg/kg al giorno di metil-mercurio, “senza effetti avversi riconosciuti”. Il metil-mercurio è molto più tossico del mercurio.

Le amalgame sono fatte per circa il 50% di mercurio e per il restante 50% di un mix di argento, rame, zinco e stagno. Più rame c'è e maggiore diviene la pericolosità dell'amalgama. Alcuni metalli interagiscono tra loro, in bocca, attraverso un processo definito galvanismo. La saliva, a contatto con metalli diversi, mercurio e rame, produce una corrente elettrica e favorisce la corrosione dell'amalgama. La corrosione a sua volta aumenta l'assorbimento di vapore di mercurio.

Quando il prezzo dell'argento è aumentato nel 1970 i fabbricanti di amalgama, per tenere bassi i costi, hanno aumentato il contenuto di rame nelle amalgame. Tali amalgame sono chiamate non-gamma-2 (con molto rame) e sono ancora più tossiche delle precedenti miscele al mercurio. Chiedete al vostro dentista se voi o i vostri figli portate in bocca amalgame con molto rame.
L'EPA afferma che “materiali sostitutivi migliori non sono disponibili” e che “l'uso dell'amalgama è in declino”. Ma perché usare un metallo che si sa essere nocivo per l'ambiente e per il sistema nervoso centrale dell'uomo quando esistono altri materiali più sicuri e già disponibili? Non è tempo di bandire le amalgame?

Alcune associazioni ben organizzate di consumatori e professionisti, tra le quali la Consumers for Dentale Choice e la International Academy of Oral Medicine and Toxicology (IAOMT) hanno esplicitamente richiesto che la FDA si focalizzasse sui danni provocati dalle amalgame in mercurio usate dai dentisti. L'intensità della loro richiesta si è fatta più pressante nel 2002. Queste associazioni hanno svolto un ruolo importante nell'unirsi e muovere un'azione legale contro la FDA e i suoi continui rifiuti ad affrontare la questione della sicurezza del mercurio delle amalgame.
Attualmente le amalgame in mercurio sono classificate dalla FDA come presidi medici di Classe II. La classificazione dei presidi medici consta di tre livelli: la I Classe, che include le fascette e gli abbassalingua, regolamentati da “controlli generali”; la II Classe, soggetta a “controlli speciali”, include le amalgame e le sedie a rotelle potenziate. La III Classe richiede invece “approvazione pre-vendita” e include i seni in silicone e le valvole cariache sostitutive.

I gruppi anti-mercurio vedrebbero meglio le amalgame nella III Classe. Questo scaricherebbe l'onere di dimostrarne la sicurezza direttamente alle aziende produttrici. Prima del 2002 le amalgame al mercurio erano presidi di I Classe, insieme alle fascette e agli abbassalingua. Dopo anni di inazione da parte della FDA, nel Dicembre 2007 è stata avviata una causa legale contro la tormentata agenzia, per non aver saputo occuparsi della sicurezza del mercurio. Probabilmente questa pressione ha portato l'agenzia stessa ad annunciare la riapertura dei commenti pubblici che riguardano l'argomento sicurezza delle amalgame. Qualsiasi ne sia la ragione, poter lasciare i commenti alla FDA è una vera opportunità per tutti noi, preoccupati per i ben noti rischi alla salute che si corrono quando si portano metalli pesanti nella bocca nostra e dei nostri bambini. Disfunzioni cognitive, disordini neurodegenerativi come Alzheimer, Parkinson e sclerosi multipla sono stati messi in relazione con la tossicità del mercurio.

La Norvegia, Svezia e Danimarca hanno tutte vietato da poco l'uso delle amalgame al mercurio a causa della loro tossicità per l'uomo e l'ambiente. Secondo il Ministro per l'Ambiente norvegese, Erik Solheim, “Il mercurio è tra gli agenti inquinanti uno dei più pericolosi. Le alternative valide al mercurio esistono già ed è giusto bandirlo.”

La Svezia, il Canada e la Gran Bretagna hanno vietato l'uso del mercurio sulle donne incinte e sui bambini. Essendoci alternative più sicure, non ha certo senso però mettere in bocca un materiale considerato comunque “rischioso”.
Nell'attesa che la FDA regolamenti l'uso delle amalgame, non dovremmo, alla fin fine insistere che i nostri dentisti ci forniscano un “Consenso Informato” che elenchi i possibili rischi alla salute provocati dalle amalgame al mercurio e i possibili materiali alternativi sicuri e disponibili. Qui si tratta di una questione di libertà di scelta sulla nostra salute.
Per saperne di più sui rischi delle amalgame al mercurio, visitate (http://www.toxicteeth.org/) e (http://iaomt.org/).
Cogliete l'opportunità per far sapere alla FDA cosa sentite a proposito dei pericoli del mercurio usato in odontoiatria. I commenti pubblici sono aperti fino al 28 Luglio 2008. Considerate anche l'opportunità di mandare una copia dei vostri commenti ai vostri rappresentanti al Congresso.
[Docket ID: FDA-2008-N-0163
Docket Title: Dental Devices: Classification of Encapsulated Amalgam Alloy and Dental Mercury and Reclassification of Dental Mercury; Issuance of Special Controls for Amalgam Alloy; Reopening of Comment Period]

Teri Lee Gruss, MS Human Nutrition
Traduzione: http://www.identiavvelenati.it/

VIDEO
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"