Autore Topic: Vaccini e servizio sociale: nanoparticelle  (Letto 50 volte)

Rivoluzione delle Specie

  • Newbie
  • *
  • Post: 18
    • Mostra profilo
Vaccini e servizio sociale: nanoparticelle
« il: Novembre 30, 2018, 09:11:32 »
Scrivo questo spazio con tristezza, rammarico e intolleranza per la società tutta che colpisce senza esclusioni di colpi ovunque e chiunque. Non mi dilungo sull'operato del servizio sociale che in questo momento mi sta veramente massacrando la vita, come ho potuto documentare dalla mia esperienza:
https://www.stormfront.org/forum/t1220457-3/
https://www.youtube.com/watch?v=lacKlNwLXOk
https://www.youtube.com/watch?v=2RU1mX4uJkY

Io ho intrapreso la via dell'obiezione attiva ai vaccini nel 2016, non mi dilungo su questo e su quello che ho letto. Arrivato a questo punto, i giudici minorili vogliono che io vaccino per inserire i minori nella comunità infantile, pur non avendo l'obbligo di tale iscrizione.

Il problema è che vorrei sottoporli a dosaggi anticorpali per vedere se hanno contratto immunità naturale, qui ampiamente descritto
https://www.stormfront.org/forum/t1209587/
qui vedere ultimo post con i riferimenti su cui informarsi sui vaccini https://www.stormfront.org/forum/t1207212-11/

però c'è un grosso problema: le nanoparticelle.

Ho potuto ragionarci sopra: trasfusione di sangue o terapia chelante per un bambino di 2 anni e uno di 7 mesi. La trasfusione sarebbe assurda e probabilmente in Italia illegale senza impegnativa del medico. La chelazione potrebbe essere una soluzione.

Ma tale pratica eliminerebbe le nanoparticelle ?
Come si eliminano le nanoparticelle ?

Soprattutto, è possibile post-vaccinazione (il rischio è di perdere del tutto i figli) eseguire il prima possibile tali terapie per evitare che le nanoparticelle viaggiano nel corpo da ogni parte ?

Ho sentito Montanari intervistato da Byoblu per 2 ore e 50 su youtube che dice che tali particelle non si levano mai dagli organi e abbiamo un tempo indicativo di 60 anni per lo sviluppo di tumori.

Siamo in un periodo storico fortemente dittatoriale, se qualcuno sa, divulghi, informi, non possiamo esimerci dalle nostre responsabilità di veri cittadini.

Grazie ancora a questo sito web per le informazioni fornite e a chi lo tiene in piedi.
Continuate a combattere, dobbiamo essere sempre più informati e pressanti, solo così faremo come fa il Potere.
« Ultima modifica: Novembre 30, 2018, 09:13:12 da Rivoluzione delle Specie »

Rivoluzione delle Specie

  • Newbie
  • *
  • Post: 18
    • Mostra profilo
Metalli pesanti e nanoparticelle
« Risposta #1 il: Dicembre 07, 2018, 04:29:42 »
Ho contattato il dott. Rossi e a quanto pare il discorso del mineral test è solo determinato ai metalli pesanti e non alle nanoparticelle. Quelle purtroppo una volta assunte dai vaccini te le prendi e basta e vanno a finire dove non si sa. Solo esami approfonditi e biopsie possono vedere le nanoparticelle e i problemi che causano o hanno causato, quindi impossibile vederle con un esame di screening.
Purtroppo comprendo anche chi per ragioni giuridiche è costretto dal giudice a vaccinare, pena la perdita dei figli, e comprendo quelli che si allontanano dall'Italia per non vaccinare o stare meglio; ho cercato di trovare una soluzione a disintossicarsi da queste nanoparticelle, ma ce ne sono varie he in 60 secondi penetrano dentro agli organi, innescando un conto alla rovescia incerto di manifestazione di nanopatologie, questo dalla scienziata Gatti, massima autorità italiana inascoltata.

Spesso penso veramente a lasciare questo paese a contorcersi da solo, mi chiedo come mai rimango qua e molti decidono di rimanerci, pur capendo del caos che sta avvenendo, non solo per il nuovo mondo tech in arrivo, ma anche per i problemi di salute che ci causano e ci causiamo da soli.

Se qualcuno ha delle info sulla disintossicazione delle nanoparticelle non esiti a scriverlo.