Autore Topic: Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol  (Letto 20797 volte)

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2793
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol
« il: Ottobre 09, 2011, 01:51:07 »
07-05-11  di Rubina Bon

Livelli doppi in cinque pozzi artesiani analizzati dall'Usl. Cresce la paura fra i residenti



PREGANZIOL. Mercurio a livelli più che doppi rispetto ai limiti di legge nell'acqua dei pozzi artesiani privati, stop all'uso dell'acqua potabile per cinque utenze tra Le Grazie e Settecomuni. L'ordinanza del sindaco è stata firmata dopo che l'Usl ha comunicato gli esiti dei prelievi. «Il fenomeno sembra legato a cause di natura geologica», dice l'assessore Giusto. Cresce l'allarme. 

Il superamento del livello di mercurio nell'acqua (dal valore soglia di 1 si è arrivati a 2,7) è stato registrato in cinque pozzi artesiani privati su dodici analizzati dall'Usl 9 nell'ambito dei controlli periodici. Si tratta di pozzi che attingono alla falda profonda oltre 200 metri. I siti in cui è stato rilevato il mercurio sono sparsi nella zona nord-ovest del territorio comunale, tra Le Grazie e Settecomuni.

«Non ci sono pericoli per l'uomo, a meno che non si ingerisca un'acqua fortemente inquinata per moltissimi anni», rassicura l'assessore all'ambiente Nicola Giusto, che sta seguendo da vicino la vicenda. Ma tra i residenti de Le Grazie e Settecomuni le voci si rincorrono e chi ha il pozzo ha paura. «A fine aprile abbiamo ricevuto la comunicazione da parte dell'Usl sui risultati delle indagini sull'acqua dei pozzi.

E' stata l'azienda sanitaria a chiedere che il Comune emanasse entro trenta giorni l'ordinanza per vietare il consumo di acqua potabile per uso umano e domestico alle cinque utenze interessate dallo sforamento», chiarisce l'assessore. Martedì il sindaco Sergio Marton ha firmato il provvedimento con cui stoppa l'utilizzo dell'acqua attinta dal pozzo per bere e per cucinare alle cinque famiglie tra Settecomuni e Le Grazie. E' invece possibile lavarsi senza alcun problema, oltre che annaffiare.

«All'origine del fenomeno non ci sarebbero cause organiche, bensì di natura geologica - chiarisce l'assessore Giusto - E' anche questo un segnale di come le falde si stiano esaurendo». A Preganziol le utenze che hanno l'approvvigionamento idrico (comprese le fontane) attraverso il pozzo artesiano sono circa ottocento. Il fatto che il mercurio sopra la soglia sia stato rilevato in cinque pozzi su dodici, peraltro distanti tra loro, fa pensare ad un fenomeno a macchia di leopardo, che Usl 9 ed Arpav dovranno chiarire. Non solo esclusi altri provvedimenti da parte del Comune nei prossimi giorni. L'attenzione resta massima, così come la paura dei residenti. «Evitiamo allarmismi ingiustificati», conclude l'assessore Giusto.

Fonte
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2793
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol
« Risposta #1 il: Ottobre 09, 2011, 02:05:14 »
Che tristezza...  :'( si sottovaluta sempre il pericolo contaminazione, non si parla mai di accumulo di piccole dosi nel tempo, che causa l'avvelenamento cronico e il peggio del peggio è che nessuno cerca una soluzione per risolvere il problema, anzi fanno peggio degli struzzi e fanno scrivere ai giornalisti, che si prestano a farlo, come si può vedere: nessun pericolo, potete lavavarvi con quell'acqua  :o Roba da non crederci... non si può leggere sta cosa  >:(
Gente  non lavateci niente con quell'acqua, perchè tutto ciò che bagna viene contaminato!
« Ultima modifica: Ottobre 09, 2011, 02:07:54 da cristiana »
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2793
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol
« Risposta #2 il: Ottobre 26, 2011, 01:22:27 »
Il neocomitato Acque Preganziol vuole risposte
MERCURIO: PRIMA LA SALUTE
Si chiede un controllo a tappeto sui cittadini



PREGANZIOL – (gp) “Vogliamo avere le risposte che non ci sono ancora state date, e in più chiediamo che venga fatta un'indagine a tappeto sulla salute di quei cittadini che per anni dell'acqua contaminata”.

Torna di stretta attualità il caso del mercurio presente nei pozzi artesiani dei comuni di Preganziol, Casier, Quinto e Treviso, colpiti dall'ordinanza dello scorso maggio che vietava di bere l'acqua prelevata a una profondità di 240 metri, in pratica nell'ottava falda.

E' nato infatti il Comitato Tutela Acque Potabili di Preganziol proprio per far luce su quanto sta accadendo, ma soprattutto per avere risposte e tutela.

Escluso dalla Aato regionale che l'inquinamento possa aver avuto cause geologiche e dato ormai per assodato che quei 18 litri (pari a 250 kg di mercurio) siano stati immessi nella falda da qualcuno, ancora non si conosce chi è stato, da quando la falda è inquinata, se verrà fatta una bonifica a breve e pure perchè l'Ulss 9 abbia chiesto, soltanto da febbraio 2011, l'analisi del parametro mercurio obbligatoria per legge dal 2001.

C'è dunque ancora un alone di mistero sul caso mercurio a Preganziol, e il comitato ha proprio l'obiettivo di svelarlo come spiega ai nostri microfoni il presidente del Comitato Tutela Acque Potabili di Preganziol, Giovanni Umberto Battel.

FONTE
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2793
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol
« Risposta #3 il: Ottobre 29, 2011, 06:05:21 »
Martedì 18 Ottobre 2011

PREGANZIOL - (nd) «Il Comune darà il massimo appoggio alle iniziative che intende portare avanti del neo Comitato sul problema dell'acqua dei pozzi artesiani inquinata dal mercurio» promette l'assessore all'Ambiente Nicola Giusto che ricorda gli interventi finora effettuati per fronteggiare il fenomeno, come l'estensione dell'acquedotto pubblico e la realizzazione di colonnine per l'approvvigionamento dell'acqua potabile nella cosiddetta "zona rossa" dove la percentuale del mercurio oltre il consentito (un milligrammo litro) ha portato alla chiusura di circa 350 pozzi che pescano l'acqua ad una profondità tra i 180 e 300 metri al servizio di circa 1200 peroswne. "Il Comitato - aggiunge l'assessore Giusto - ha chiesto che vengano effettuati dei controlli sanitari a capione sulla gente che ha bevuto acqua inquinata dal mercurio. Ricordo che questo è un compito che spetta all'Uls 9 con cui callaboriamo in stretta sinergia al pari dell'Arpav".

Fonte
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"

cristiana

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2793
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Intossicazioni croniche da accumulo di elementi tossici
Re:Mercurio nelle falde:allarme a Preganziol
« Risposta #4 il: Novembre 23, 2013, 01:53:51 »
22-11-2013

Torna l'incubo acqua al mercurio a Preganziol, nuovo divieto
Vietato usare a scopo umano l'acqua dei pozzi. Il sindaco firma una nuova ordinanza a causa dell'inquinamento delle falde acquifere

Torna l’incubo acqua inquinata a Preganziol. Il sindaco Sergio Marton firma un’ordinanza di divieto di utilizzare a scopo umano l’acqua dei pozzi perché potrebbe essere inquinata dal mercurio. Non si conoscono le cause, le analisi sono attualmente in corso.

La prima ordinanza risale al 2011 quando l’Arpav e l’Ulss fecero le analisi e rilevarono una presenza di mercurio superiore alla norma, come riporta il Gazzettino. E adesso, soprattutto nella zona di Settecomuni, torna l’allarme per 150 famiglie che non potranno usare l’acqua di pozzo. Le zone più a rischio sarebbero via San Vitale, via Bacchin,tutta la zona da via Baratta Vecchia all’intersezione con la linea ferroviaria, via Monti del Sole e via Monte Civetta.

FONTE
Cristiana

"Vivi la tua vita meglio che puoi circondato dall'amore che ti meriti!"
"Solo l'informazione potra' salvarci quando tutti gli ignoranti moriranno con il sorriso sulle labbra!"